E scompaiono 13 milioni di euro…

Spariscono 13 milioni di euro dalle casse della Margherita finiti dentro le tasche del simpatico senatore (!! – ma a che serve stupirsi..) Luigi Lusi, in quota PD ed x tesoriere del partito centrista che si ispirava ai valori cristiani sociali!!!

Dichiarazioni di stupore e sconcerto da parte degli ex colleghi margheritini, con Rutelli (ex leader del partito) che vuole costituirsi parte offesa al processo.

Ma diamine, 13 milioni non sono pochi, come hanno fatto a non accorgersene? Come ha detto Crozza questa sera nel classico editoriale d’apertura di Ballarò: “Se mi rubano10€ dal portafoglio, ne ho 20€ me ne accorgo”. Appunto: che questi ne abbiano così tanti, di non accorgersi se spariscono cifre ingenti?

Questo mi fa tornare in mente, gira e rigira si finisce sempre li, un’assoluzione del vecchio premier, il caro Silvio da Arcore, quando il suo ingente patrimonio fu usato per salvarlo dalle accuse di falso in bilancio nel processo sull’acquisto della casa cinematografica Medusa.

Nel frattempo, alla Camera dei Deputati, fatti i (finti) tagli, montano già le proteste: 22 deputati han già presentato ricorso. Probabilmente adopereranno la classica frase di circostanza “No alla demagogia e al populismo”.

Non si capisce perché, però, la “demagogia e il populismo” debbano subirlo tutti gli altri fuori dai Palazzi, debbano subirlo quelli che non perdono 13 milioni di euro senza accorgersene, anche perché 13 milioni non li vedranno mai.