Elezioni amministrative 2013 in Trentino

Elezioni amministrative 2013 in Trentino

sottotitolo: “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.”

Dopo aver visto alcuni video e le foto della festa di ieri sera del centro sinistra autonomista per la vittoria alle elezioni provinciali un pensiero mi frulla in testa: esultato più questi per delle elezioni delle elezioni che i tifosi dell’Inter dopo la mitica vittoria della Champions League del 2010. Solo che l’Inter non vinceva quella coppa da 45 anni, mentre quella coalizione è sempre lì dal 1998, da 15 anni e ci resteranno per almeno altri 5. Politica da stadio insomma.

Certo che la citazione di Tomasi di Lampedusa che ho usato come sottotitolo fa un po’ riflettere sulla situazione trentina, soprattutto visto il grande astensionismo di quest’ultima tornata elettorale, in una terra che si è sempre distinta tra le zone d’Italia più partecipi al voto. Grande astensionismo che colpisce ulteriormente dopo che, nel giro di soli otto mesi, ben 80mila trentini hanno preferito rimanere a casa piuttosto che spendere una decina di minuti per recarsi ai seggi e votare.

Probabilmente qualcosa si è inceppato nel rapporto tra istituzioni e cittadini. E non credo che la causa siano il pantano melmoso di Roma che i media ci propinano in tutte le sue forme a qualunque ora del giorno e della notte.

La coalizione vincente, che vince dal 1998 con percentuali bulgare, perde quasi 20mila voti. Fisiologica stanchezza data dal lungo periodo di governo o inizio di una indifferenza e/o frustrazione verso un gruppo di persone che non si smuovono dagli scranni del potere da un ventennio ( 15 + i prossimi 5)?

Eppure questa amministrazione ha saputo reggere tutto sommato bene l’urto della crisi economica. Ma tanti sono i nodi che si lascia alle spalle e che non ha saputo affrontare, scappando e negando. Edilizia fantasiosa e spendacciona, politiche industriali che negli ultimi mesi hanno mostrato tutti i loro limiti, scandali ambientali insabbiati, ambiguità su alcuni nodi infrastrutturali (Pi.Ru.Bi. sì? Pi.Ru.Bi. no? ridicoli tentennamenti mentre si va a trivellare tutta la regione per la TAV). Tutto questo dovrà essere risolto nei prossimi cinque, si spera prima, anni.

Fortuna vuole, per loro, che in Trentino non esistano altre forze politiche degne di questo nome per cui la vittoria è apparsa fin troppo scontata. Anche il duo Mosna&Grisenti, che sulla carta sembrava un valido avversario, è stato relegato a percentuali minime che pochissimi si aspettavano. Son stati asfaltati – ok, battuta troppo facile questa. Ma anche questo fa riflettere. In quindici anni di goveno dellaiano in Trentino non è riuscita a costituirsi un’alternativa valida alla coalizione del Principe. Tutti gli avversari se ne son sempre tornati a casa con la coda tra le gambe, senza mai riuscire ad organizzarsi e a proporre qualcosa di alternativo alla cosiddetta magnadora di sua maestà il Principe Lorenzo.

Chiudo con la speranza che in questi cinque anni di governo tutti i nodi vengano risolti per il meglio e che i miei concittadini riacquistino fiducia verso le istituzioni. Certo, non posso negare una certa preoccupazione per il notevole risultato del Patt, che sommato agli altrettanto notevoli risultati della destra tedesca in Sudtirolo non preannuncia un quinquennio facile dal lato delle sparate indipendentiste&affini (per semplificare). Di certo il PD trentino dovrà stare attento e non farsi calpestare e umiliare ulteriormente, dopo le politiche di febbraio e le primarie di coalizione di luglio, da questo alleato molto attivo, propositivo e scomodo. L’Upt sta già provando a lanciare un partito territoriale unico, che diventerebbe il primo partito trentino, soffiando, proprio al PD, l’ultima carta da giocare, cioè la proprio maggioranza relativa in consiglio provinciale e tra l’elettorato.
Non capisco proprio come riescano, i democratici, a starsene in coalizione con quei partiti! (avevo, tra l’altro, espresso i miei dubbi sul cartello elettorale del centrosinsitra autonomista già in questo vecchio post).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...